Il progetto VAMP si propone di realizzare e sperimentare un sistema informativo, basato su rete Internet, che sia accessibile a tutti gli utenti che vogliano cedere o che siano interessati a utilizzare scarti e residui prodotti dalle attività di C&D e che favorisca l'integrazione di tutti i circuiti locali di recupero esistenti sul territorio. Il progetto si propone di sviluppare e testare una metodologia di demolizione che consenta di ridurre le quantità di rifiuti di C&D smaltiti in discarica, valorizzando tutte le frazioni riusabili, recuperabili o riciclabili e assicurando uno smaltimento corretto, col minimo impatto ambientale, delle frazioni residue. Tale metodologia sarà sperimentata dal vero in due cantieri posti nelle aree geografiche di Modena e Reggio Emilia. Il progetto VAMP è stato finanziato dal programma Life-Ambiente della Unione Europea; partner del progetto sono la Regione Emilia-Romagna, centri di ricerca specializzati in costruzioni (ICIE e QUASCO), aziende pubbliche per la gestione dei rifiuti (META e AGAC), imprese di costruzioni (COOPSETTE e CMB) e cooperative sociali (QUARANTACINQUE e ALIANTE) In questa relazione si confrontano, con l'ausilio della metodologia di Valutazione di Ciclo di Vita, (Life Cycle Assessment, LCA) gli impatti ambientali del sistema di demolizione tradizionale di un edificio con la metodologia di demolizione selettiva e valorizzazione di materiali e componenti messa a punto nel progetto VAMP.

Recupero e valorizzazione dei rifiuti da demolizione

Tarantini, M.
2000

Abstract

Il progetto VAMP si propone di realizzare e sperimentare un sistema informativo, basato su rete Internet, che sia accessibile a tutti gli utenti che vogliano cedere o che siano interessati a utilizzare scarti e residui prodotti dalle attività di C&D e che favorisca l'integrazione di tutti i circuiti locali di recupero esistenti sul territorio. Il progetto si propone di sviluppare e testare una metodologia di demolizione che consenta di ridurre le quantità di rifiuti di C&D smaltiti in discarica, valorizzando tutte le frazioni riusabili, recuperabili o riciclabili e assicurando uno smaltimento corretto, col minimo impatto ambientale, delle frazioni residue. Tale metodologia sarà sperimentata dal vero in due cantieri posti nelle aree geografiche di Modena e Reggio Emilia. Il progetto VAMP è stato finanziato dal programma Life-Ambiente della Unione Europea; partner del progetto sono la Regione Emilia-Romagna, centri di ricerca specializzati in costruzioni (ICIE e QUASCO), aziende pubbliche per la gestione dei rifiuti (META e AGAC), imprese di costruzioni (COOPSETTE e CMB) e cooperative sociali (QUARANTACINQUE e ALIANTE) In questa relazione si confrontano, con l'ausilio della metodologia di Valutazione di Ciclo di Vita, (Life Cycle Assessment, LCA) gli impatti ambientali del sistema di demolizione tradizionale di un edificio con la metodologia di demolizione selettiva e valorizzazione di materiali e componenti messa a punto nel progetto VAMP.
Sistemi energetici ecosostenibili
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/4562
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact