Il libro è rivolto a coloro che, per motivi professionali o etici, sono interessati ad un confronto articolato e costruttivo sulla qualità del lavoro e della vita lavorativa. L'ergonomia viene presentata come scienza e tecnica in grado di offrire soluzioni conoscitive e pratiche per evitare che una larga percentuale di incidenti ed errori non capiti continui a verificarsi, anche quando le norme sembrano rispettate. Inoltre, la sua impostazione partecipativa può compensare molte delusioni produttive attribuibili a modelli organizzativi autoreferenti, in cui la cultura della staticità e dell'appartenenza (come diritto) s'impone a quella del dinamismo, dello spirito di servizio e del merito. In tal senso, l'applicazione dei principi ergonomici acquista quella valenza di guida e tutela che le leggi comunitarie auspicano. Sia le ricerche della Fondazione Europea di Dublino che le norme di buona prassi Iso, Cen e Uni, richiamano all'attenzione del lettore la necessità che management aziendale e sindacato vincano le residue resistenze al cambiamento per affermare decisamente la centralità e il coinvolgimento dell'uomo, adattando ad esso il prodotto tecnologico, il contesto operativo e l'ambiente organizzato. In Appendice vengono proposti alcuni strumenti per valutare sul campo la qualità ergonomica del lavoro.

Applicare l'ergonomia

2004

Abstract

Il libro è rivolto a coloro che, per motivi professionali o etici, sono interessati ad un confronto articolato e costruttivo sulla qualità del lavoro e della vita lavorativa. L'ergonomia viene presentata come scienza e tecnica in grado di offrire soluzioni conoscitive e pratiche per evitare che una larga percentuale di incidenti ed errori non capiti continui a verificarsi, anche quando le norme sembrano rispettate. Inoltre, la sua impostazione partecipativa può compensare molte delusioni produttive attribuibili a modelli organizzativi autoreferenti, in cui la cultura della staticità e dell'appartenenza (come diritto) s'impone a quella del dinamismo, dello spirito di servizio e del merito. In tal senso, l'applicazione dei principi ergonomici acquista quella valenza di guida e tutela che le leggi comunitarie auspicano. Sia le ricerche della Fondazione Europea di Dublino che le norme di buona prassi Iso, Cen e Uni, richiamano all'attenzione del lettore la necessità che management aziendale e sindacato vincano le residue resistenze al cambiamento per affermare decisamente la centralità e il coinvolgimento dell'uomo, adattando ad esso il prodotto tecnologico, il contesto operativo e l'ambiente organizzato. In Appendice vengono proposti alcuni strumenti per valutare sul campo la qualità ergonomica del lavoro.
Qualità del lavoro, salute, sicurezza ed ergonomia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/5143
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact