L’anamorfosi è la tecnica di disegnare un’immagine deforme, incomprensibile se vista frontalmente, che ap­pare ben proporzionata da un punto di vista eccentrico, oppure osservando il suo riflesso da un opportuno specchio curvo. Nel saggio viene proposto un affascinante viaggio fra immagini virtuali, metafore visive e inganni prospettici, riassumendo l’origine, i protagonisti e le tecniche per costruire diversi tipi di anamorfosi. Si incontrano quesiti di psicologia della percezione, di geometria, di storia dell’arte, di prospettiva e di fisiologia della visione. Gli appassionati di matematica possono soffermarsi sui calcoli analitici della mappatura dei disegni anamorfici prospettici e catottrici conici e della posizione del punto di osservazione delle anamorfosi prospettiche. Infine, sono descritte alcune tecniche anamorfiche applicate alla crittografia, all’antiterrorismo, alla pubblicità, alla paesaggistica, all’arte di strada e alla didattica. Il saggio presenta un approccio multidisciplinare al tema dell’anamorfismo, evidenziando una sorprendente interazione tra argomenti apparentemente distanti, come la geometria e la psicologia, l’ottica e la prospettiva, l’arte di strada e la fisiologia della visione. Lo studio interdisciplinare delle anamorfosi, oltre ad essere facilmente adattabile a scopi didattici e divulgativi, può rappresentare un ponte tra le culture umanistica e scientifica, in un raro esempio di Cultura Totale.

Le immagini anamorfiche in un viaggio interdisciplinare tra arte, storia, geometria e attualità

Murra, D.;Di Lazzaro, P.
2019-03

Abstract

L’anamorfosi è la tecnica di disegnare un’immagine deforme, incomprensibile se vista frontalmente, che ap­pare ben proporzionata da un punto di vista eccentrico, oppure osservando il suo riflesso da un opportuno specchio curvo. Nel saggio viene proposto un affascinante viaggio fra immagini virtuali, metafore visive e inganni prospettici, riassumendo l’origine, i protagonisti e le tecniche per costruire diversi tipi di anamorfosi. Si incontrano quesiti di psicologia della percezione, di geometria, di storia dell’arte, di prospettiva e di fisiologia della visione. Gli appassionati di matematica possono soffermarsi sui calcoli analitici della mappatura dei disegni anamorfici prospettici e catottrici conici e della posizione del punto di osservazione delle anamorfosi prospettiche. Infine, sono descritte alcune tecniche anamorfiche applicate alla crittografia, all’antiterrorismo, alla pubblicità, alla paesaggistica, all’arte di strada e alla didattica. Il saggio presenta un approccio multidisciplinare al tema dell’anamorfismo, evidenziando una sorprendente interazione tra argomenti apparentemente distanti, come la geometria e la psicologia, l’ottica e la prospettiva, l’arte di strada e la fisiologia della visione. Lo studio interdisciplinare delle anamorfosi, oltre ad essere facilmente adattabile a scopi didattici e divulgativi, può rappresentare un ponte tra le culture umanistica e scientifica, in un raro esempio di Cultura Totale.
978-88-8286-376-0
Visione;Anamorfosi;Maignan;Arte di strada;Didattica;Tridimensionalità;Geometria;Immagini virtuali;Niceron;Psicologia della percezione;Mapping;Illusioni ottiche;Gestalt;Leonardo;Lomazzo;Pubblicità;Cambiamento di coordinate;Prospettiva;Crittografia
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Immagini-anamorfiche_Viaggio-interdisciplinare.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 3.38 MB
Formato Adobe PDF
3.38 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12079/5190
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact