ENEA sintetizza lo stato della situazione italiana per quello che riguarda la normativa sulla presenza di PFAS nelle acque ad uso civile e mette in luce i punti critici nei quali sono necessarie indagini approfondite per identificare una nuova metodologia per l’abbattimento di queste sostanze. Il metodo qui presentato ha la potenzialità per essere efficiente per i PFAS in quanto è in grado di degradarli in sostanze che possono essere più facilmente rimosse. Inoltre, questa metodica permetterebbe di trattare anche grandi volumi, può essere utile anche per altri possibili contaminanti ed ha effetti germicidi.

Il problema della rimozione dei PFAS dalle acque per uso civile: trattamento mediante irraggiamento elettronico

Alberto Ubaldini;Antonietta Rizzo;Chiara Telloli
2020

Abstract

ENEA sintetizza lo stato della situazione italiana per quello che riguarda la normativa sulla presenza di PFAS nelle acque ad uso civile e mette in luce i punti critici nei quali sono necessarie indagini approfondite per identificare una nuova metodologia per l’abbattimento di queste sostanze. Il metodo qui presentato ha la potenzialità per essere efficiente per i PFAS in quanto è in grado di degradarli in sostanze che possono essere più facilmente rimosse. Inoltre, questa metodica permetterebbe di trattare anche grandi volumi, può essere utile anche per altri possibili contaminanti ed ha effetti germicidi.
Programma di attività
Ingegneria ambientale - Tecnologie ambientali
Chimica
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
SICNUC-P000-033.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 2.02 MB
Formato Adobe PDF
2.02 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12079/55121
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact