Within the framework of the RestArt project (funded by Lazio Region through the POR FESR 2014- 2020 program), an innovative mechatronic-based method for the high-precision reassembling of stone fragments was developed, which is intended to give a substantial contribution to improve the restoration of ancient statues and architectural elements. The RestArt reassembling method was invented and designed by P. M. Nardelli for Ma.Co.Rè. s.r.l., coordinator of the project. In order to verify the efficiency of the new high-precision reassembling method a series of shaking table tests were carried out at ENEA Casaccia research center. The tested samples, comprising fragmented stone specimens reassembled by the new and the traditional methods, were subjected to extreme vibration inputs, such as strong motion earthquakes and high-speed wheeled transport on bumpy road.

Nell’ambito del progetto RestArt finanziato su bando POR FESR 2014-2020, è stato sviluppato un innovativo metodo tramite sistema meccatronico per la ricomposizione di precisione di frammenti lapidei, tematica molto rilevante per il restauro di statue ed elementi architettonici antichi. Al fine di verificare l’efficacia dell’innovativo metodo di imperniaggio di precisione messo a punto ed ideato dall’Arch. P. M. Nardelli per Ma.Co.Rè. s.r.l., partner capofila del progetto RestArt, sono state svolte presso il C.R. ENEA Casaccia una serie di prove su tavola vibrante consistenti nell’applicare a provini rappresentativi di frammenti lapidei ricomposti (con il suddetto metodo innovativo e, per confronto, con la tecnica di imperniaggio tradizionale) delle vibrazioni a intensità estremamente elevata, riproducendo la vibrazione generata da terremoti estremi o da trasporti ad alta velocità su strada fortemente sconnessa.

Verifica su tavola vibrante degli effetti delle vibrazioni su frammenti lapidei ricomposti tramite innovativo sistema meccatronico sviluppato nel progetto RestArt

Roselli Ivan;Fioriti V.;Baldini M.;Colucci A.;Picca A.;Tatì Angelo
2021

Abstract

Nell’ambito del progetto RestArt finanziato su bando POR FESR 2014-2020, è stato sviluppato un innovativo metodo tramite sistema meccatronico per la ricomposizione di precisione di frammenti lapidei, tematica molto rilevante per il restauro di statue ed elementi architettonici antichi. Al fine di verificare l’efficacia dell’innovativo metodo di imperniaggio di precisione messo a punto ed ideato dall’Arch. P. M. Nardelli per Ma.Co.Rè. s.r.l., partner capofila del progetto RestArt, sono state svolte presso il C.R. ENEA Casaccia una serie di prove su tavola vibrante consistenti nell’applicare a provini rappresentativi di frammenti lapidei ricomposti (con il suddetto metodo innovativo e, per confronto, con la tecnica di imperniaggio tradizionale) delle vibrazioni a intensità estremamente elevata, riproducendo la vibrazione generata da terremoti estremi o da trasporti ad alta velocità su strada fortemente sconnessa.
Within the framework of the RestArt project (funded by Lazio Region through the POR FESR 2014- 2020 program), an innovative mechatronic-based method for the high-precision reassembling of stone fragments was developed, which is intended to give a substantial contribution to improve the restoration of ancient statues and architectural elements. The RestArt reassembling method was invented and designed by P. M. Nardelli for Ma.Co.Rè. s.r.l., coordinator of the project. In order to verify the efficiency of the new high-precision reassembling method a series of shaking table tests were carried out at ENEA Casaccia research center. The tested samples, comprising fragmented stone specimens reassembled by the new and the traditional methods, were subjected to extreme vibration inputs, such as strong motion earthquakes and high-speed wheeled transport on bumpy road.
restauro
vibrazioni
shaking table
statue reassembling
restoration
vibrations
mechatronic system
tavola vibrante
ricomposizione di statue
sistema meccatronico
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RT-2021-2-ENEA.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione Editoriale (PDF)
Licenza: Creative commons
Dimensione 4.93 MB
Formato Adobe PDF
4.93 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12079/56481
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact