Lo Scaling è lo strumento che consente all’utilizzatore a valle di verificare che le proprie condizioni d’uso di una sostanza siano conformi a quelle indicate nello scenario d’esposizione del suo fornitore; è parte essenziale di una delle quattro sezioni di cui si compone uno Scenario di Esposizione (SE), quella che presenta le maggiori criticità. Quale strumento di flessibilità per la verifica della conformità delle condizioni d’uso lungo la catena di approvvigionamento, lo Scaling è essenziale per le imprese, soprattutto per le PMI che costituiscono il tessuto imprenditoriale italiano, particolarmente interessate dall’avvicinarsi dell’ultima scadenza di registrazione del 2018. La definizione solo generica delle regole e degli strumenti di Scaling fornita dalle guide dell’ECHA non consente alle imprese, soprattutto alle PMI, di essere autonome nell’adempimento dei loro obblighi di conformità e rappresenta quindi un aggravio degli oneri REACH per le aziende, che sono portate a utilizzare strumenti di maggiore complessità e onerosità come il Chemical Safety Report per Downstream user (CSR DU). La definizione di una metodologia da applicare allo Scaling e il suo conseguente uso pratico rappresentano un importante passo in avanti verso la completa implementazione del regolamento REACH. In questo articolo verrà proposta una metodologia di esecuzione di Scaling (e alcuni strumenti correlati) che, se applicata in modo sistematico, potrebbe contribuire a risolvere nodi e criticità e a fornire strumenti pratici di rapido utilizzo per l’adempimento degli obblighi degli utilizzatori a valle.

Proposte per un uso dello scaling razionale ed efficiente in ambito reach

Moro Iacopini, Sabrina;Castelli, Stefano;Carletti, Roberto
2014

Abstract

Lo Scaling è lo strumento che consente all’utilizzatore a valle di verificare che le proprie condizioni d’uso di una sostanza siano conformi a quelle indicate nello scenario d’esposizione del suo fornitore; è parte essenziale di una delle quattro sezioni di cui si compone uno Scenario di Esposizione (SE), quella che presenta le maggiori criticità. Quale strumento di flessibilità per la verifica della conformità delle condizioni d’uso lungo la catena di approvvigionamento, lo Scaling è essenziale per le imprese, soprattutto per le PMI che costituiscono il tessuto imprenditoriale italiano, particolarmente interessate dall’avvicinarsi dell’ultima scadenza di registrazione del 2018. La definizione solo generica delle regole e degli strumenti di Scaling fornita dalle guide dell’ECHA non consente alle imprese, soprattutto alle PMI, di essere autonome nell’adempimento dei loro obblighi di conformità e rappresenta quindi un aggravio degli oneri REACH per le aziende, che sono portate a utilizzare strumenti di maggiore complessità e onerosità come il Chemical Safety Report per Downstream user (CSR DU). La definizione di una metodologia da applicare allo Scaling e il suo conseguente uso pratico rappresentano un importante passo in avanti verso la completa implementazione del regolamento REACH. In questo articolo verrà proposta una metodologia di esecuzione di Scaling (e alcuni strumenti correlati) che, se applicata in modo sistematico, potrebbe contribuire a risolvere nodi e criticità e a fornire strumenti pratici di rapido utilizzo per l’adempimento degli obblighi degli utilizzatori a valle.
Regolamento REACH;Scaling
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
license_rdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 1.5 kB
Formato Unknown
1.5 kB Unknown Visualizza/Apri
1ENEA_SCALING.doc

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 141.5 kB
Formato Microsoft Word
141.5 kB Microsoft Word Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/5933
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact