Lo scopo del presente documento è analizzare e descrivere i test sperimentali svolti sull'unità di rigenerazione dei solventi a base di ammine dell'impianto Pilota. Tale sezione di impianto è stata installata e collaudata nell'agosto del 2011, gli obbiettivi della campagna sperimentale dell'ultimo anno sono stati i seguenti: − mettere a punto tramite una procedura ed ottimizzare il funzionamento della singola unità di rigenerazione − valutare il funzionamento dell'unità di rigenerazione in ciclo continuo con l'unità di separazione della CO2 che utilizzi sia gas da bombole con composizione simile a fumi di combustione sia syngas prodotto dal gassificatore − valutare ed ottimizzare i principali parametri di processo. Al fine di eseguire i test sperimentali per raggiungere gli obiettivi sopra descritti è stato modificato il sistema di circolazione delle ammine sull'unità di separazione della CO2 ed è stato messo in collegamento con l'unità di rigenerazione. Tale modifica ha permesso di effettuare dei test sperimentali sul ciclo assorbimento/rigenerazione con un funzionamento simile agli impianti di scala industriale. La campagna sperimentale ha permesso di raggiungere gli obbiettivi sopra citati ed in particolare è stato possibile ottimizzare e studiare i seguenti parametri di processo: la pressione di funzionamento dell'unità di rigenerazione, la portata di CO2 desorbita dall'ammina rigenerata, la portata di ammina rigenerata. In particolare la portata di ammina rigenerata è stata incrementata rispetto alla potenzialità iniziale dell'impianto attraverso l'introduzione di un sistema di preriscaldo sull'ammina da rigenerare in ingresso all'unità di rigenerazione. Tale portata potrà essere incrementata ulteriormente, se necessario, con la modifica delle pompe di carico e scarico dell'ammina nell'unità di rigenerazione. I test sperimentali svolti non hanno permesso di studiare ed ottimizzare altri due parametri molto importanti per il processo di rigenerazione delle ammine: l'energia consumata/kg di CO2 desorbita dall'ammina rigenerata, il decadimento delle prestazioni dell'ammina nel tempo. Per il primo parametro sarà necessario dotare i sistemi di riscaldamento dell'ammina di contatori per registrare l'energia consumata e sarà necessario minimizzare tutte le possibili dispersioni termiche. Per il secondo parametro è necessario aumentare i cicli di assorbimento e rigenerazione svolti dalla stessa ammina svolgendo un elevato numero di ore di sperimentazione.

Sperimentazione della rigenerazione dei solventi a base di ammine

-
2012-09

Abstract

Lo scopo del presente documento è analizzare e descrivere i test sperimentali svolti sull'unità di rigenerazione dei solventi a base di ammine dell'impianto Pilota. Tale sezione di impianto è stata installata e collaudata nell'agosto del 2011, gli obbiettivi della campagna sperimentale dell'ultimo anno sono stati i seguenti: − mettere a punto tramite una procedura ed ottimizzare il funzionamento della singola unità di rigenerazione − valutare il funzionamento dell'unità di rigenerazione in ciclo continuo con l'unità di separazione della CO2 che utilizzi sia gas da bombole con composizione simile a fumi di combustione sia syngas prodotto dal gassificatore − valutare ed ottimizzare i principali parametri di processo. Al fine di eseguire i test sperimentali per raggiungere gli obiettivi sopra descritti è stato modificato il sistema di circolazione delle ammine sull'unità di separazione della CO2 ed è stato messo in collegamento con l'unità di rigenerazione. Tale modifica ha permesso di effettuare dei test sperimentali sul ciclo assorbimento/rigenerazione con un funzionamento simile agli impianti di scala industriale. La campagna sperimentale ha permesso di raggiungere gli obbiettivi sopra citati ed in particolare è stato possibile ottimizzare e studiare i seguenti parametri di processo: la pressione di funzionamento dell'unità di rigenerazione, la portata di CO2 desorbita dall'ammina rigenerata, la portata di ammina rigenerata. In particolare la portata di ammina rigenerata è stata incrementata rispetto alla potenzialità iniziale dell'impianto attraverso l'introduzione di un sistema di preriscaldo sull'ammina da rigenerare in ingresso all'unità di rigenerazione. Tale portata potrà essere incrementata ulteriormente, se necessario, con la modifica delle pompe di carico e scarico dell'ammina nell'unità di rigenerazione. I test sperimentali svolti non hanno permesso di studiare ed ottimizzare altri due parametri molto importanti per il processo di rigenerazione delle ammine: l'energia consumata/kg di CO2 desorbita dall'ammina rigenerata, il decadimento delle prestazioni dell'ammina nel tempo. Per il primo parametro sarà necessario dotare i sistemi di riscaldamento dell'ammina di contatori per registrare l'energia consumata e sarà necessario minimizzare tutte le possibili dispersioni termiche. Per il secondo parametro è necessario aumentare i cicli di assorbimento e rigenerazione svolti dalla stessa ammina svolgendo un elevato numero di ore di sperimentazione.
Cattura e sequestro CO2;Utilizzo pulito combustibili fossili
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Report RdS 2012-188.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 1.98 MB
Formato Adobe PDF
1.98 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12079/6333
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact