L’attività di ricerca condotta presso il laboratorio di Ingegneria Sanitaria-Ambientale del Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale è stata volta allo studio di un processo innovativo di digestione anaerobica a due stadi per la produzione combinata di idrogeno e metano da substrati organici biodegradabili. Obiettivi dello studio sono stati la valutazione della stabilità del processo, la stima dell’effetto della composizione della miscela alimentata sulle rese di conversione, nonché l’esecuzione di bilanci di massa e di energia volti ad un confronto tra il processo considerato e schemi di tipo convenzionale. Il processo di digestione anaerobica è stato applicato alla frazione organica dei rifiuti urbani (FORSU), in co-digestione con residui di diversa natura, quali fanghi di depurazione di reflui civili e reflui da attività di sunicoltura. I risultati hanno mostrato la fattibilità tecnica del processo di produzione biologica combinata di idrogeno e metano da substrati di tal genere, con vantaggi in termini di volumi generati e qualità del biogas prodotto rispetto ai convenzionali schemi di digestione anaerobica.

Confronto tra sistemi di digestione anaerobica in doppio stadio per la produzione combinata di H2 e CH4 e processi convenzionali per la produzione di solo CH4 da residui organici biodegradabili

-
2012-09

Abstract

L’attività di ricerca condotta presso il laboratorio di Ingegneria Sanitaria-Ambientale del Dipartimento di Ingegneria Civile, Edile e Ambientale è stata volta allo studio di un processo innovativo di digestione anaerobica a due stadi per la produzione combinata di idrogeno e metano da substrati organici biodegradabili. Obiettivi dello studio sono stati la valutazione della stabilità del processo, la stima dell’effetto della composizione della miscela alimentata sulle rese di conversione, nonché l’esecuzione di bilanci di massa e di energia volti ad un confronto tra il processo considerato e schemi di tipo convenzionale. Il processo di digestione anaerobica è stato applicato alla frazione organica dei rifiuti urbani (FORSU), in co-digestione con residui di diversa natura, quali fanghi di depurazione di reflui civili e reflui da attività di sunicoltura. I risultati hanno mostrato la fattibilità tecnica del processo di produzione biologica combinata di idrogeno e metano da substrati di tal genere, con vantaggi in termini di volumi generati e qualità del biogas prodotto rispetto ai convenzionali schemi di digestione anaerobica.
Biomasse e scarti
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Report RdS 2012-286.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 2.45 MB
Formato Adobe PDF
2.45 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12079/6346
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact