Il presente documento è inserito nell’ambito dell’accordo di programma tra ENEA ed il Ministero dello Sviluppo economico ed ha la finalità di sviluppare e migliorare tecnologie per la produzione di energia da biomasse e scarti. In tale contesto i processi idrotermici rappresentano senz’altro un pretrattamento con elevati vantaggi specie quando le biomasse da trattare hanno un elevato contenuto in umidità, sebbene le criticità connesse con le condizioni operative e la non chiara modellistica di processo lascia ancora molto spazio per la ricerca di base. Tale documento è stato sviluppato al fine di effettuare valutazioni preliminari con differenti matrici in condizioni di acqua sub critica evidenziando i punti di forza e di debolezza del processo. Il processo SCWG presenta vantaggi non di poco rilievo, difatti si presta bene per un cleaning spinto del syngas ed a basso costo sfruttando da un lato, la polarità dell’acqua in condizioni supercritiche e consentendo pertanto la solubilizzazione di sostanze organiche quali i tars che, storicamente hanno rappresentato un anello debole per i processi ordinari di gassificazione; inoltre in tali condizioni risulta molto meno impattante da un punto di vista economico l’abbattimento della anidride carbonica contenuta nel syngas. Il grande vantaggio di questi processi è rappresentato pertanto dalla possibilità di poter produrre biofuels liquidi, o ancor meglio gassosi e già pressurizzati, per la diretta immissione nelle reti di distribuzione nazionale.

Trattamenti idrotermici delle biomasse in condizioni sub-critiche: risultati sperimentali con biomasse lignocellulosiche e model compound. Sviluppo di processi ad elevata efficienza per la valorizzazione energetica di biomasse mediante gassificazione con acqua in condizioni supercritiche

Villone, Antonio;Nanna, Francesco;Molino, Antonio
2012

Abstract

Il presente documento è inserito nell’ambito dell’accordo di programma tra ENEA ed il Ministero dello Sviluppo economico ed ha la finalità di sviluppare e migliorare tecnologie per la produzione di energia da biomasse e scarti. In tale contesto i processi idrotermici rappresentano senz’altro un pretrattamento con elevati vantaggi specie quando le biomasse da trattare hanno un elevato contenuto in umidità, sebbene le criticità connesse con le condizioni operative e la non chiara modellistica di processo lascia ancora molto spazio per la ricerca di base. Tale documento è stato sviluppato al fine di effettuare valutazioni preliminari con differenti matrici in condizioni di acqua sub critica evidenziando i punti di forza e di debolezza del processo. Il processo SCWG presenta vantaggi non di poco rilievo, difatti si presta bene per un cleaning spinto del syngas ed a basso costo sfruttando da un lato, la polarità dell’acqua in condizioni supercritiche e consentendo pertanto la solubilizzazione di sostanze organiche quali i tars che, storicamente hanno rappresentato un anello debole per i processi ordinari di gassificazione; inoltre in tali condizioni risulta molto meno impattante da un punto di vista economico l’abbattimento della anidride carbonica contenuta nel syngas. Il grande vantaggio di questi processi è rappresentato pertanto dalla possibilità di poter produrre biofuels liquidi, o ancor meglio gassosi e già pressurizzati, per la diretta immissione nelle reti di distribuzione nazionale.
Biomasse e scarti
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Report RdS 2012-299.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 1.41 MB
Formato Adobe PDF
1.41 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/6369
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact