Nel presente report si riportano le dimensioni geometriche definitive e le specifiche del nuovo bruciatore trapped-vortex alimentato a syngas. Vengono inoltre descritte alcune modifiche da apportare all’impianto MICOS su cui il prototipo verrà testato, per garantire le nuove condizioni operative. Sarà infatti necessario predisporre e regolare in maniera indipendente, due linee per l’aria (primaria + secondaria) ed una per il combustibile. Ciascuna di queste tre linee dovrà dividersi in due parti uguali in modo da alimentare le due serie di fori contrapposte sulle due piastre forate del bruciatore. La temperatura dell’aria deve essere di circa 700K. Sarà pertanto necessario dotare l’impianto di un sistema di preriscaldamento di tutta l’aria addotta, in un range 400-800K, allo scopo di avere un certo margine di manovra. Nella sperimentazione si indagherà, tra le altre cose, sull’effetto prodotto dall’utilizzo di diversi rapporti aria/syngas e sull’effetto delle velocità in ingresso sulla fluidodinamica, sul campo termico e sulle reazioni chimiche. Le piastre forate destra e sinistra, dovranno pertanto essere sostituibili al fine di variare il numero e/o le dimensioni dei fori. Le pareti laterali del combustore saranno realizzate in quarzo in modo da permettere l’accesso ottico, al fine di effettuare misure che prevedono l’uso di apparecchiature laser. L’alimentazione del combustibile sarà effettuata mediante bombole.

Specifiche tecniche relative alla realizzazione del bruciatore trapped-vortex ed alle modifiche dell'impianto MICOS

Mongiello, C.;Giulietti, E.;Calchetti, G.;Di Nardo, A.
2012

Abstract

Nel presente report si riportano le dimensioni geometriche definitive e le specifiche del nuovo bruciatore trapped-vortex alimentato a syngas. Vengono inoltre descritte alcune modifiche da apportare all’impianto MICOS su cui il prototipo verrà testato, per garantire le nuove condizioni operative. Sarà infatti necessario predisporre e regolare in maniera indipendente, due linee per l’aria (primaria + secondaria) ed una per il combustibile. Ciascuna di queste tre linee dovrà dividersi in due parti uguali in modo da alimentare le due serie di fori contrapposte sulle due piastre forate del bruciatore. La temperatura dell’aria deve essere di circa 700K. Sarà pertanto necessario dotare l’impianto di un sistema di preriscaldamento di tutta l’aria addotta, in un range 400-800K, allo scopo di avere un certo margine di manovra. Nella sperimentazione si indagherà, tra le altre cose, sull’effetto prodotto dall’utilizzo di diversi rapporti aria/syngas e sull’effetto delle velocità in ingresso sulla fluidodinamica, sul campo termico e sulle reazioni chimiche. Le piastre forate destra e sinistra, dovranno pertanto essere sostituibili al fine di variare il numero e/o le dimensioni dei fori. Le pareti laterali del combustore saranno realizzate in quarzo in modo da permettere l’accesso ottico, al fine di effettuare misure che prevedono l’uso di apparecchiature laser. L’alimentazione del combustibile sarà effettuata mediante bombole.
Utilizzo pulito combustibili fossili;Cattura e sequestro CO2
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Report RdS 2012-192.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 453.79 kB
Formato Adobe PDF
453.79 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/6438
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact