Il simulatore di processo ChemCad versione 6 (CC6) offre una vasta libreria di moduli per la simulazione di impianti chimici e di potenza. Obiettivo di questo lavoro è espandere la già elevata .capacità di simulazione e calcolo di questo ambiente attraverso l’implementazione e l’inserimento di un modulo ‘customizzato’ per la simulazione di un reattore a letto fluidizzato per la separazione di CO2 e produzione di H2. In maniera analoga, le funzionalità del modello verranno ampliate potendo fruire del vasto database di componenti chimici utilizzato da CC6. Attraverso l’uso di particolari moduli di CC6 si può portare avanti la costruzione di flowsheet per il controllo e l’ottimizzazione di un impianto per la produzione di energia elettrica e idrogeno. Il modulo implementato in CC6 è basato su un modello a letto fluidizzato precedentemente sviluppato. Il simulatore scelto è un ambiente software per la modellazione e la simulazione dei processi dell’ingegneria chimica, dell’ingegneria meccanica e più in generale di processi energetici; risulta costituito da un insieme di moduli operanti all’interno di un singolo ambiente ma ognuno dotato di una propria licenza d’uso. Per poter implementare un modulo, CC6 mette disposizione tre diversi metodi: Parser, Excel/Visual Basic, C++. In questo lavoro si è fatto uso del terzo metodo: in particolare sono state progettate due dynamic link libraries (DLL) da un progetto sviluppato in ambiente C++ attraverso un uso estensivo della OOP (object–oriented programming).

Implementazione in ambiente ChemCad di un modulo per la simulazione di un reattore a letto fluidizzato

Stendardo, Stefano
2012

Abstract

Il simulatore di processo ChemCad versione 6 (CC6) offre una vasta libreria di moduli per la simulazione di impianti chimici e di potenza. Obiettivo di questo lavoro è espandere la già elevata .capacità di simulazione e calcolo di questo ambiente attraverso l’implementazione e l’inserimento di un modulo ‘customizzato’ per la simulazione di un reattore a letto fluidizzato per la separazione di CO2 e produzione di H2. In maniera analoga, le funzionalità del modello verranno ampliate potendo fruire del vasto database di componenti chimici utilizzato da CC6. Attraverso l’uso di particolari moduli di CC6 si può portare avanti la costruzione di flowsheet per il controllo e l’ottimizzazione di un impianto per la produzione di energia elettrica e idrogeno. Il modulo implementato in CC6 è basato su un modello a letto fluidizzato precedentemente sviluppato. Il simulatore scelto è un ambiente software per la modellazione e la simulazione dei processi dell’ingegneria chimica, dell’ingegneria meccanica e più in generale di processi energetici; risulta costituito da un insieme di moduli operanti all’interno di un singolo ambiente ma ognuno dotato di una propria licenza d’uso. Per poter implementare un modulo, CC6 mette disposizione tre diversi metodi: Parser, Excel/Visual Basic, C++. In questo lavoro si è fatto uso del terzo metodo: in particolare sono state progettate due dynamic link libraries (DLL) da un progetto sviluppato in ambiente C++ attraverso un uso estensivo della OOP (object–oriented programming).
Utilizzo pulito combustibili fossili;Cattura e sequestro CO2
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Report RdS 2012-185.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 812.14 kB
Formato Adobe PDF
812.14 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/6452
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact