Questo rapporto si riferisce alla realizzazione di una sperimentazione pilota di uno Smart Village e studi sulle metodologie di progettazione per applicazioni in contesti urbani. Attraverso la realizzazione dello Smart Village è stato possibile qualificare sperimentalmente l’integrazione di diverse funzionalità di gestione ottimale del centro, in cui il sistema di illuminazione (outdoor) diventa l’infrastruttura abilitante per applicazioni intelligenti, quali “smart lighting” (controllo adattivo della illuminazione esterna), “smart building networks” (gestione centralizzata degli edifici) e “smart mobility” (gestione centralizzata della mobilità), con il fine di sviluppare un modello integrato per un insediamento caratterizzato da un profilo di utenza omogeneo e gestione centralizzata. L’area prescelta per la dimostrazione è quella del CR ENEA Casaccia dove già in precedenza sono state effettuate alcune installazioni, per cui si è preferito continuare il percorso realizzativo avviato nelle annualità precedenti dell’Accordo di Programma. Tale obiettivo è stato sviluppato nelle seguenti attività: Sviluppo di un progetto di “smart village” presso il CR Casaccia; Analisi della sperimentazione di un sistema di illuminazione adattiva del parcheggio del centro; Realizzazione di una “smart street” che include la realizzazione di un viale a led con telegestione adattiva e la trasformazione degli edifici che insistono sul viale in una rete coordinata e centralizzata di smart buildings sincronizzata al sistema di telegestione della illuminazione ed al sistema di monitoraggio della mobilità nel centro; La applicazione di un sistema di diagnostica real time avanzata all’edificio F40; l’implementazione dell’applicazione smart mobility con lo sviluppo di un sistema di analisi dei flussi pedonali all’interno del CR Casaccia; la realizzazione di una Piattaforma ICT per smart village per il monitoraggio, la diagnostica, il controllo ed l’ottimizzazione realtime dell’intero sistema; la predisposizione di un programma per lo sviluppo futuro dello smart village; L’attività ha incluso anche studi sperimentali e studi di progettazione per applicazioni dell’approccio sviluppato nello smart village presso realtà urbane. Tali attività hanno incluso: l'applicazione della metodologia di smart lighting con la sperimentazione in un realtà urbana presso il comune di San Giovanni in Persiceto e la redazione di un progetto di smart lighting presso il comune di Bracciano. Lo sviluppo di una metodologia di progettazione di apparati urbani multifunzionali basati sui sistemi di lighting pubblico ma integranti altre funzioni di controllo o monitoraggio della città.

Sviluppo di una sperimentazione dimostrativa di "Smart Village" e metodi di progettazione

Romano, S.;Pizzuti, S.;Moretti, F.;Meloni, C.;Annunziato, M.
2012

Abstract

Questo rapporto si riferisce alla realizzazione di una sperimentazione pilota di uno Smart Village e studi sulle metodologie di progettazione per applicazioni in contesti urbani. Attraverso la realizzazione dello Smart Village è stato possibile qualificare sperimentalmente l’integrazione di diverse funzionalità di gestione ottimale del centro, in cui il sistema di illuminazione (outdoor) diventa l’infrastruttura abilitante per applicazioni intelligenti, quali “smart lighting” (controllo adattivo della illuminazione esterna), “smart building networks” (gestione centralizzata degli edifici) e “smart mobility” (gestione centralizzata della mobilità), con il fine di sviluppare un modello integrato per un insediamento caratterizzato da un profilo di utenza omogeneo e gestione centralizzata. L’area prescelta per la dimostrazione è quella del CR ENEA Casaccia dove già in precedenza sono state effettuate alcune installazioni, per cui si è preferito continuare il percorso realizzativo avviato nelle annualità precedenti dell’Accordo di Programma. Tale obiettivo è stato sviluppato nelle seguenti attività: Sviluppo di un progetto di “smart village” presso il CR Casaccia; Analisi della sperimentazione di un sistema di illuminazione adattiva del parcheggio del centro; Realizzazione di una “smart street” che include la realizzazione di un viale a led con telegestione adattiva e la trasformazione degli edifici che insistono sul viale in una rete coordinata e centralizzata di smart buildings sincronizzata al sistema di telegestione della illuminazione ed al sistema di monitoraggio della mobilità nel centro; La applicazione di un sistema di diagnostica real time avanzata all’edificio F40; l’implementazione dell’applicazione smart mobility con lo sviluppo di un sistema di analisi dei flussi pedonali all’interno del CR Casaccia; la realizzazione di una Piattaforma ICT per smart village per il monitoraggio, la diagnostica, il controllo ed l’ottimizzazione realtime dell’intero sistema; la predisposizione di un programma per lo sviluppo futuro dello smart village; L’attività ha incluso anche studi sperimentali e studi di progettazione per applicazioni dell’approccio sviluppato nello smart village presso realtà urbane. Tali attività hanno incluso: l'applicazione della metodologia di smart lighting con la sperimentazione in un realtà urbana presso il comune di San Giovanni in Persiceto e la redazione di un progetto di smart lighting presso il comune di Bracciano. Lo sviluppo di una metodologia di progettazione di apparati urbani multifunzionali basati sui sistemi di lighting pubblico ma integranti altre funzioni di controllo o monitoraggio della città.
Illuminazione pubblica
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Rds 2012-053.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 7.75 MB
Formato Adobe PDF
7.75 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/6503
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact