Il presente rapporto descrive sinteticamente i risultati dell’attività di ricerca svolta in collaborazione tra Dipartimento di Ingegneria dell’Energia e dei Sistemi (DESE) dell’Università di Pisa ed ENEA, dal titolo "Sviluppo di un software applicativo per l'audit energetico negli edifici ad uso residenziale e terziario". Tale ricerca rientra all'interno delle attività previste dal Piano Triennale della Ricerca e Sviluppo di Interesse Generale per il Sistema Elettrico Nazionale e si riferisce, nello specifico, all’Accordo di Programma MSE-ENEA, Piano Annuale di Realizzazione 2011 nell’ambito dell'Area “Razionalizzazione e risparmio nell’uso dell’energia elettrica”, progetto “Tecnologie per il risparmio elettrico nel settore civile”, obiettivo “Edifici tipo, indici di benchmark di consumo per tipologie di edificio, applicabilità di tecnologie innovative nei diversi climi italiani”. L’obiettivo di tale attività di ricerca è lo sviluppo di un software applicativo che risponda all’esigenza, sempre più sentita a livello nazionale ed internazionale, di effettuare diagnosi energetiche degli edifici, per individuarne i reali fabbisogni energetici e verificare la possibilità di riduzione degli stessi tramite opportuni interventi di riqualificazione.La metodologia di diagnosi energetica è stata sviluppata nell’ambito di un precedente accordo di collaborazione, intitolato “Definizione di una metodologia per l’audit energetico negli edifici residenziale e terziario” e riferito alo stesso Accordo di Programma MSE-ENEA. Tale approccio tende all’unificazione e alla semplificazione dei metodi di calcolo delle prestazioni energetiche dell’involucro edilizio e delle utenze ed impianti termici ed elettrici ad esso asserviti, incluso il contributo delle eventuali fonti rinnovabili impiegate (solare termico, fotovoltaico, generatori di calore a biomassa, pompe di calore geotermiche). Le procedure di calcolo sono state aggiornate alla luce dei recenti sviluppi normativi (in particolare: pubblicazione delle norme UNI/TS 11300-4:2012, UNI EN 14825:2012 e UNI CEI/TR 11428:2011 ed apertura dell’inchiesta pubblica sulla norma UNI/TS 11300-1). Come concordato, si è concentrata l’attenzione sugli edifici ad uso residenziale e terziario serviti da impianti ad acqua (con la sola eccezione dell’aggiunta delle pompe di calore ad espansione diretta), analizzando i servizi di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria e i carichi elettrici, inclusa l’illuminazione. Il software, in grado di implementare la suddetta metodologia di calcolo ed effettuare un corretto audit energetico, è stato sviluppato su piattaforma Microsoft Excel (compatibile con la versione 2007 o successive), con programmazione in ambiente Visual Basic. L’applicativo è stato opportunamente testato e, per quanto concerne gli output energetici, è stato validato effettuando le diagnosi energetiche di due edifici con destinazioni d'uso residenziale e terziario, come previsto dall’accordo. Come vedremo di seguito, i risultati della procedura di calcolo proposta sono congruenti coi dati reali di fatturazione energetica dei due casi studio. Il nome scelto per l’applicativo è SEAS, acronimo di Software Energetico per Audit Semplificati o, in lingua inglese, Simplified Energy Auditing Software.

Sviluppo di un software applicativo per l'audit energetico negli edifici ad uso residenziale e terziario

Signoretti, P.;Fasano, G.;
2012

Abstract

Il presente rapporto descrive sinteticamente i risultati dell’attività di ricerca svolta in collaborazione tra Dipartimento di Ingegneria dell’Energia e dei Sistemi (DESE) dell’Università di Pisa ed ENEA, dal titolo "Sviluppo di un software applicativo per l'audit energetico negli edifici ad uso residenziale e terziario". Tale ricerca rientra all'interno delle attività previste dal Piano Triennale della Ricerca e Sviluppo di Interesse Generale per il Sistema Elettrico Nazionale e si riferisce, nello specifico, all’Accordo di Programma MSE-ENEA, Piano Annuale di Realizzazione 2011 nell’ambito dell'Area “Razionalizzazione e risparmio nell’uso dell’energia elettrica”, progetto “Tecnologie per il risparmio elettrico nel settore civile”, obiettivo “Edifici tipo, indici di benchmark di consumo per tipologie di edificio, applicabilità di tecnologie innovative nei diversi climi italiani”. L’obiettivo di tale attività di ricerca è lo sviluppo di un software applicativo che risponda all’esigenza, sempre più sentita a livello nazionale ed internazionale, di effettuare diagnosi energetiche degli edifici, per individuarne i reali fabbisogni energetici e verificare la possibilità di riduzione degli stessi tramite opportuni interventi di riqualificazione.La metodologia di diagnosi energetica è stata sviluppata nell’ambito di un precedente accordo di collaborazione, intitolato “Definizione di una metodologia per l’audit energetico negli edifici residenziale e terziario” e riferito alo stesso Accordo di Programma MSE-ENEA. Tale approccio tende all’unificazione e alla semplificazione dei metodi di calcolo delle prestazioni energetiche dell’involucro edilizio e delle utenze ed impianti termici ed elettrici ad esso asserviti, incluso il contributo delle eventuali fonti rinnovabili impiegate (solare termico, fotovoltaico, generatori di calore a biomassa, pompe di calore geotermiche). Le procedure di calcolo sono state aggiornate alla luce dei recenti sviluppi normativi (in particolare: pubblicazione delle norme UNI/TS 11300-4:2012, UNI EN 14825:2012 e UNI CEI/TR 11428:2011 ed apertura dell’inchiesta pubblica sulla norma UNI/TS 11300-1). Come concordato, si è concentrata l’attenzione sugli edifici ad uso residenziale e terziario serviti da impianti ad acqua (con la sola eccezione dell’aggiunta delle pompe di calore ad espansione diretta), analizzando i servizi di riscaldamento e produzione di acqua calda sanitaria e i carichi elettrici, inclusa l’illuminazione. Il software, in grado di implementare la suddetta metodologia di calcolo ed effettuare un corretto audit energetico, è stato sviluppato su piattaforma Microsoft Excel (compatibile con la versione 2007 o successive), con programmazione in ambiente Visual Basic. L’applicativo è stato opportunamente testato e, per quanto concerne gli output energetici, è stato validato effettuando le diagnosi energetiche di due edifici con destinazioni d'uso residenziale e terziario, come previsto dall’accordo. Come vedremo di seguito, i risultati della procedura di calcolo proposta sono congruenti coi dati reali di fatturazione energetica dei due casi studio. Il nome scelto per l’applicativo è SEAS, acronimo di Software Energetico per Audit Semplificati o, in lingua inglese, Simplified Energy Auditing Software.
Settore civile
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Rds 2012-110.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 5.28 MB
Formato Adobe PDF
5.28 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/6543
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact