Within the frame of a scientific cooperation between ENEA UTAPRAD (Frascati) and UPO Natural Sciences Dep. (Seville), aimed at developing and testing innovative diagnostic instrumentation for Cultural Heritage preservation, this report deals with results obtained in a joint campaign carried on in Seville during February 2010. Namely the data acquired by the ENEA LIF scanning system operated on fresco’s in Virgen del Buen Aire Chapel are presented here. The Virgen del Buen Aire Chapel has been studied according to the Research Project of “Non Destructive Techniques” managed by IAPH (Consejería de Cultura de la Junta de Andalucía). The results have been also implemented as part of a conservation project carried out by IAPH. LIF images are iscussed in term of evaluating former restoration actions, in particular retouches on pigments and consolidant additions on a painted wall and two vaults. Statistical approaches and projection operators have been utilized for elaborating the images in order to handle the large number of spectra collected in each scanned point by our hyper-spectral system.

Nell’ambito di una collaborazione scientifica fra ENEA UTAPRAD e il Dip. di Scienze Naturali dell’Università di Siviglia “Pablo de Olavide”, volta allo sviluppo e alla sperimentazione di strumentazione innovativa per la conservazione di Beni Culturali, si riportano qui i risultati ottenuti in una campagna congiunta eseguita a Siviglia nel febbraio del 2010; Nello specifico presentiamo i dati acquisiti mediante il sistema LIF scanning dell’ENEA utilizzato per eseguire misure sugli affreschi nella cappella della Virgen del Buen Aire, condotto nell’ambito di un progetto di ricerca su tecnologie non distruttive diretto dallo IAPH. Questi risultati fanno parte del progetto di conservazione condotto dallo IAPH. Le immagini LIF raccolte sono discusse per evincervi la capacità di estrarne informazioni su precedenti azioni di restauro, in particolare riguardanti ritocchi dei pigmenti e aggiunta di consolidanti. A seguito della gran mole di dati raccolti su ciascun punto tramite il sistema di rivelazione iperspettrale, nel corso del lavoro per elaborare le immagini sono stati utilizzati approcci statistici operatori di proiezione, come descritto nel testo.

Report on LIF measurements in Seville. Part 1: Virgen Del Buen Aire Chapel

Fantoni, Roberta;Fiorani, Luca;Caneve, Luisa;Colao, Francesco
2012

Abstract

Nell’ambito di una collaborazione scientifica fra ENEA UTAPRAD e il Dip. di Scienze Naturali dell’Università di Siviglia “Pablo de Olavide”, volta allo sviluppo e alla sperimentazione di strumentazione innovativa per la conservazione di Beni Culturali, si riportano qui i risultati ottenuti in una campagna congiunta eseguita a Siviglia nel febbraio del 2010; Nello specifico presentiamo i dati acquisiti mediante il sistema LIF scanning dell’ENEA utilizzato per eseguire misure sugli affreschi nella cappella della Virgen del Buen Aire, condotto nell’ambito di un progetto di ricerca su tecnologie non distruttive diretto dallo IAPH. Questi risultati fanno parte del progetto di conservazione condotto dallo IAPH. Le immagini LIF raccolte sono discusse per evincervi la capacità di estrarne informazioni su precedenti azioni di restauro, in particolare riguardanti ritocchi dei pigmenti e aggiunta di consolidanti. A seguito della gran mole di dati raccolti su ciascun punto tramite il sistema di rivelazione iperspettrale, nel corso del lavoro per elaborare le immagini sono stati utilizzati approcci statistici operatori di proiezione, come descritto nel testo.
Within the frame of a scientific cooperation between ENEA UTAPRAD (Frascati) and UPO Natural Sciences Dep. (Seville), aimed at developing and testing innovative diagnostic instrumentation for Cultural Heritage preservation, this report deals with results obtained in a joint campaign carried on in Seville during February 2010. Namely the data acquired by the ENEA LIF scanning system operated on fresco’s in Virgen del Buen Aire Chapel are presented here. The Virgen del Buen Aire Chapel has been studied according to the Research Project of “Non Destructive Techniques” managed by IAPH (Consejería de Cultura de la Junta de Andalucía). The results have been also implemented as part of a conservation project carried out by IAPH. LIF images are iscussed in term of evaluating former restoration actions, in particular retouches on pigments and consolidant additions on a painted wall and two vaults. Statistical approaches and projection operators have been utilized for elaborating the images in order to handle the large number of spectra collected in each scanned point by our hyper-spectral system.
identificazione di consolidanti;sostanze chimiche su legni dipinti;fluorescenza indotta da laser LIF
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/6640
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact