In the framework of the Cobra regional project (Development and dissemination of methods, technologies and advanced tools for the conservation of cultural heritage, based on the application of radiation and enabling technologies, Latium Region lr13, n.1031), two lasers were made available to ENEA (EOS Combo El.En. and LitHo Quanta System) and subsequently tested for the cleaning of artworks and archaeological finds. The two systems were hosted in a showroom at the ENEA research centre in Frascati, where they were tested and used by SMEs and public institutions, in collaboration with ENEA researchers and technicians. In particular, here, results obtained with the LitHo system on different kinds of degradation forms and substrates are presented. Specifically, the system was tested for the removal of earthy and calcareous encrustations on finds from the Domus Valeriorum al Celio (Rome), on forms of biodegradation on historical marbles and for the removal of protective nanocomposites on stones. Cleaning and ablation processes have been optimized from time to time by adjusting the operating parameters of the system, according to the characteristics of the samples. Non-invasive diagnostic laser techniques, in particular LIF (Laser Induced Fluorescence) and Raman, and optical microscopy, have been used to evaluate the efficacy of the technique and eventual induced damages.

Nell’ambito del progetto regionale Cobra (Sviluppo e diffusione di metodi, tecnologie e strumenti avanzati per la COnservazione dei Beni culturali, basati sull’applicazione di Radiazioni e di tecnologie Abilitanti) sono stati messi a disposizione dell’ENEA e, successivamente testati, due laser (EOS Combo El.En. e LitHo Quanta System) per pulitura di opere artistiche e reperti archeologici. I due apparati sono stati ospitati in una showroom appositamente creata presso il centro di ricerche ENEA di Frascati dove sono stati testati ed utilizzati da PMI e istituzioni pubbliche, in collaborazione con ricercatori e tecnici esperti ENEA. In particolare, sono qui presentati i risultati ottenuti con il sistema LitHo su applicazioni della tecnica di laser cleaning che si differenziano sia per la tipologia di incrostazione rimossa sia per il tipo di substrato ripulito. Nello specifico, il sistema è stato testato per la rimozione di incrostazioni terrose e calcaree su reperti provenienti dalla Domus Valeriorum al Celio (Roma), su forme di biodegrado su marmi storici e per la rimozione di protettivi nanocompositi su lapidei. Il processo di pulitura ed ablazione è stato ottimizzato di volta in volta aggiustando i parametri operativi del sistema in base al tipo di problematica da risolvere. Per la valutazione dell’efficacia e dell’eventuale danno sono state usate tecniche laser di diagnostica non invasiva, in particolare LIF (Laser Induced Fluorescence) e Raman, e microscopia ottica.

Rapporto finale sulle attività di laser cleaning svolte con il sistema LitHo Quanta System nell'ambito del progetto COBRA

D'Amato, R.;Puiu, A.;Caneve, L.;Spizzichino, V.
2019

Abstract

Nell’ambito del progetto regionale Cobra (Sviluppo e diffusione di metodi, tecnologie e strumenti avanzati per la COnservazione dei Beni culturali, basati sull’applicazione di Radiazioni e di tecnologie Abilitanti) sono stati messi a disposizione dell’ENEA e, successivamente testati, due laser (EOS Combo El.En. e LitHo Quanta System) per pulitura di opere artistiche e reperti archeologici. I due apparati sono stati ospitati in una showroom appositamente creata presso il centro di ricerche ENEA di Frascati dove sono stati testati ed utilizzati da PMI e istituzioni pubbliche, in collaborazione con ricercatori e tecnici esperti ENEA. In particolare, sono qui presentati i risultati ottenuti con il sistema LitHo su applicazioni della tecnica di laser cleaning che si differenziano sia per la tipologia di incrostazione rimossa sia per il tipo di substrato ripulito. Nello specifico, il sistema è stato testato per la rimozione di incrostazioni terrose e calcaree su reperti provenienti dalla Domus Valeriorum al Celio (Roma), su forme di biodegrado su marmi storici e per la rimozione di protettivi nanocompositi su lapidei. Il processo di pulitura ed ablazione è stato ottimizzato di volta in volta aggiustando i parametri operativi del sistema in base al tipo di problematica da risolvere. Per la valutazione dell’efficacia e dell’eventuale danno sono state usate tecniche laser di diagnostica non invasiva, in particolare LIF (Laser Induced Fluorescence) e Raman, e microscopia ottica.
In the framework of the Cobra regional project (Development and dissemination of methods, technologies and advanced tools for the conservation of cultural heritage, based on the application of radiation and enabling technologies, Latium Region lr13, n.1031), two lasers were made available to ENEA (EOS Combo El.En. and LitHo Quanta System) and subsequently tested for the cleaning of artworks and archaeological finds. The two systems were hosted in a showroom at the ENEA research centre in Frascati, where they were tested and used by SMEs and public institutions, in collaboration with ENEA researchers and technicians. In particular, here, results obtained with the LitHo system on different kinds of degradation forms and substrates are presented. Specifically, the system was tested for the removal of earthy and calcareous encrustations on finds from the Domus Valeriorum al Celio (Rome), on forms of biodegradation on historical marbles and for the removal of protective nanocomposites on stones. Cleaning and ablation processes have been optimized from time to time by adjusting the operating parameters of the system, according to the characteristics of the samples. Non-invasive diagnostic laser techniques, in particular LIF (Laser Induced Fluorescence) and Raman, and optical microscopy, have been used to evaluate the efficacy of the technique and eventual induced damages.
Fluorescenza indotta da laser;Beni culturali;Ho:YAG;Pulitura laser
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RT-2018-21-ENEA.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 2.12 MB
Formato Adobe PDF
2.12 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/6834
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact