Il presente documento si riferisce alla qualifica sismica di sistemi, componenti e strutture (SSC), impiegati in ambito nucleare, mediante l'esecuzione di prove di tipo. Tale metodo, che ha lo scopo precipuo di verificare la conformità di un dato tipo di SCC alle prescrizioni normative, è quello caratterizzato dal minor livello di incertezza. Esso si basa sul confronto fra i dati acquisiti attraverso un'adeguata strumentazione di misura (sistema 3D Vision, risultati sperimetali acquisiti da ENEA presso il C.R.Casaccia), con le stesse caratteristiche del componente nucleare da qualificare. L'attività si è concentrata sulla messa a punto e validazione di una metodologia numerico-sperimentale capace di simulare il comportamento dinamico (modale e di transitorio) delle strutture reali sotto l'azione dei carichi sismici, consentendo anche con la validazione dei modelli numerici di cui si prevede l'impiego per calcoli di pre e post test. Gli interessanti risultati ottenuti suggeriscono la progettazione di una nuova fase sperimentale

Studio di metodologie innovative di prova e di integrazione tra prove di tipo e metodo analitico per le qualifiche ambientali, meccaniche, sismiche ed elettromagnetiche di componenti e sistemi per le centrali nucleari - Parte I: qualifica sismica di SSC nucleari

-
2011-09-22

Abstract

Il presente documento si riferisce alla qualifica sismica di sistemi, componenti e strutture (SSC), impiegati in ambito nucleare, mediante l'esecuzione di prove di tipo. Tale metodo, che ha lo scopo precipuo di verificare la conformità di un dato tipo di SCC alle prescrizioni normative, è quello caratterizzato dal minor livello di incertezza. Esso si basa sul confronto fra i dati acquisiti attraverso un'adeguata strumentazione di misura (sistema 3D Vision, risultati sperimetali acquisiti da ENEA presso il C.R.Casaccia), con le stesse caratteristiche del componente nucleare da qualificare. L'attività si è concentrata sulla messa a punto e validazione di una metodologia numerico-sperimentale capace di simulare il comportamento dinamico (modale e di transitorio) delle strutture reali sotto l'azione dei carichi sismici, consentendo anche con la validazione dei modelli numerici di cui si prevede l'impiego per calcoli di pre e post test. Gli interessanti risultati ottenuti suggeriscono la progettazione di una nuova fase sperimentale
Rapporto tecnico;Ingegneria nucleare;Sicurezza nucleare;Ingegneria civile;Sismica
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RdS-2011-174 Frontespizio.pdf.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 193.15 kB
Formato Adobe PDF
193.15 kB Adobe PDF Visualizza/Apri
XCIRTEN-LP5-009.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 1.41 MB
Formato Adobe PDF
1.41 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12079/7278
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact