Questo lavoro affronta la complessa problematica delle valutazioni ambientali del costruito con particolare attenzione alle analisi del ciclo di vita e al calcolo dell' impronta ecologica. Si pone l'obiettivo di confrontare sotto il profilo ambientaIe due supermercati, uno costruito 40 anni fa e uno di recente costruzione. Viene proposto un metodo per le valutazioni del ciclo di vita degli edifici, che tiene in considerazione la fase di produzione fuori opera dei materiali, la fase d'uso e la dismissione dell' edificio stesso, quantificando gli impatti che ciascuna fase ha sull'ambiente e sulla salute umana, seguendo la metodologia proposta dalla normativa UNI EN ISO 14040 per compiere uno studio di LCA (Life Cycle Assessment). Viene altresì proposto un metodo di calcolo dell'impronta ecologica, rifacendosi a studi di comprovata validità, ed arrivando a produrre una rappresentazione di tale informazione quanto mai efficace per la comunicazione di scelte ambientali virtuose. L'importanza di un approccio globale, che non si limiti a valutare le scelte in maniera settoriale o parziale, ma tenti di osservare le problematiche da più punti di vista è ampiamente dibattuto in questo lavoro, che ne evidenzia le difficoltà ma anche il valore. Viene anche proposta una tipologia di scheda tecnica che i produttori dei materiali da costruzione potrebbero fornire per dare tutte le informazioni necessarie a conoscere il prodotto sotto il profilo ambientale.

Valutazione di sostenibilità ambientale degli edifici: analisi del ciclo di vita e calcolo dell'impronta ecologica - Applicazione a due casi di studio

2012

Abstract

Questo lavoro affronta la complessa problematica delle valutazioni ambientali del costruito con particolare attenzione alle analisi del ciclo di vita e al calcolo dell' impronta ecologica. Si pone l'obiettivo di confrontare sotto il profilo ambientaIe due supermercati, uno costruito 40 anni fa e uno di recente costruzione. Viene proposto un metodo per le valutazioni del ciclo di vita degli edifici, che tiene in considerazione la fase di produzione fuori opera dei materiali, la fase d'uso e la dismissione dell' edificio stesso, quantificando gli impatti che ciascuna fase ha sull'ambiente e sulla salute umana, seguendo la metodologia proposta dalla normativa UNI EN ISO 14040 per compiere uno studio di LCA (Life Cycle Assessment). Viene altresì proposto un metodo di calcolo dell'impronta ecologica, rifacendosi a studi di comprovata validità, ed arrivando a produrre una rappresentazione di tale informazione quanto mai efficace per la comunicazione di scelte ambientali virtuose. L'importanza di un approccio globale, che non si limiti a valutare le scelte in maniera settoriale o parziale, ma tenti di osservare le problematiche da più punti di vista è ampiamente dibattuto in questo lavoro, che ne evidenzia le difficoltà ma anche il valore. Viene anche proposta una tipologia di scheda tecnica che i produttori dei materiali da costruzione potrebbero fornire per dare tutte le informazioni necessarie a conoscere il prodotto sotto il profilo ambientale.
Rapporto tecnico;Life Cycle Assessment;Impronta ecologica;Sostenibilità;Edilizia
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/7395
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact