La messa a punto di metodi di analisi di nuclidi stabili ed instabili che abbiano un elevato grado di accuratezza è di notevole importanza in molteplici campi di applicazione, compreso il monitoraggio dei depositi di rifiuti radioattivi . In questo lavoro sono illustrati e confrontati i principali metodi di misura per alcuni isotopi dei nuclidi di idrogeno, carbonio, iodio, cloro e xeno la cui importanza ai fini del deposito dei rifiuti è stata evidenziata nel rapporto "Il monitoraggio ambientale nei depositi di rifiuti radioattivi per le valutazioni di impatto ambientale e di Safety Assessment" della corrente annualità dell'AdP. In particolare, dopo aver illustrato i principali metodi di misura utilizzati per la misura degli isotopi stabili e quelli impiegati per la misura degli instabili, l'attenzione di questo lavoro è stata focalizzata sul confronto delle diverse tecniche per la misura di trizio, 14C, 36CI e 129I. Inoltre, sono illustrate le attività in corso per realizzare un sistema di campionamento e misura di radioxeno presso i laboratori ENEA.

Monitoraggio del deposito dei rifiuti radioattivi: Confronto tra metodiche analitiche radiometriche, spettrometriche e spettroscopiche classiche ed avanzate, per l'identificazione ed analisi degli isotopi mobili

Poli, Maurizio;Ferrando, Mario;Salvi, Stefano;Rizzo, Antonietta;Nava, Elisabetta;Lorenzelli, Ruggero;Bartolomei, Paolo
2012-09-19

Abstract

La messa a punto di metodi di analisi di nuclidi stabili ed instabili che abbiano un elevato grado di accuratezza è di notevole importanza in molteplici campi di applicazione, compreso il monitoraggio dei depositi di rifiuti radioattivi . In questo lavoro sono illustrati e confrontati i principali metodi di misura per alcuni isotopi dei nuclidi di idrogeno, carbonio, iodio, cloro e xeno la cui importanza ai fini del deposito dei rifiuti è stata evidenziata nel rapporto "Il monitoraggio ambientale nei depositi di rifiuti radioattivi per le valutazioni di impatto ambientale e di Safety Assessment" della corrente annualità dell'AdP. In particolare, dopo aver illustrato i principali metodi di misura utilizzati per la misura degli isotopi stabili e quelli impiegati per la misura degli instabili, l'attenzione di questo lavoro è stata focalizzata sul confronto delle diverse tecniche per la misura di trizio, 14C, 36CI e 129I. Inoltre, sono illustrate le attività in corso per realizzare un sistema di campionamento e misura di radioxeno presso i laboratori ENEA.
Trattamento e stoccaggio dei rifiuti radioattivi
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
NNFISS-LP2-091.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 2.94 MB
Formato Adobe PDF
2.94 MB Adobe PDF Visualizza/Apri
RdS-2012-033 Frontespizio.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 85.35 kB
Formato Adobe PDF
85.35 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12079/7430
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact