Viene presentata una dettagliata valutazione economica per le attività e gli approvvigionamenti necessari per il completamento della facilility sperimentale SPES-3, progettata per la ricerca su reattori nucleari innovativi di tipo SMR (Small Modular Reactor). Il completamento della facility SPES-3 consentirebbe di disporre di uno strumento di assoluto valore internazionale per la ricerca /sviluppo e certificazione di sicurezza di questa filiera di reattori. Il Progetto SPES-3 ha oggi raggiunto un grado di avanzamento molto importante essendo state completate le seguenti principali attività: progettazione di tutti i sistemi della facility, opere di predisposizione del sito, realizzazione della struttura portante, costruzione ed installazione di tutti i componenti del sistema “contenimento”, costruzione ed installazione dei sistemi di emergenza, approvvigionamento ed installazione di componenti del sistema di alimentazione elettrica di potenza e del sistema di controllo, prove di qualificazione di prototipi di barre riscaldanti impiegate per la simulazione degli elementi di combustibile e prove di sviluppo di strumentazione speciale per la misura di parametri dei fluidi bi-fase. Per il completamento della facility devono essere effettuate le seguenti principali attività: approvvigionamento del fascio di barre riscaldanti per la simulazione del nocciolo del reattore, realizzazione ed installazione del Canale Centrale inclusi i relativi internals, approvvigionamento e montaggio delle pompe del circuito primario, approvvigionamento e montaggio di valvole e piping, approvvigionamento ed installazione della strumentazione e del sistema di acquisizione dati. Dalla valutazione economica effettuata risulta che, per il completamento della facility SPES-3 presso la SIET SpA di Piacenza, sono necessari fondi pari a circa 8,5 M€, IVA esclusa, ed un tempo complessivo di 2,5 anni. Da una prima analisi dei possibili risparmi legati soprattutto al co-finanziamento delle imprese industriali coinvolte nel Progetto, è stato stimato un possibile risparmio di circa 2,65 M€ che ridurrebbe il costo totale a circa 5,9 M€, IVA esclusa.

Valutazione dei costi per la realizzazione della configurazione originale della Facility SPES-3 presso la SIET – Parte B

Luce, A.;
2013

Abstract

Viene presentata una dettagliata valutazione economica per le attività e gli approvvigionamenti necessari per il completamento della facilility sperimentale SPES-3, progettata per la ricerca su reattori nucleari innovativi di tipo SMR (Small Modular Reactor). Il completamento della facility SPES-3 consentirebbe di disporre di uno strumento di assoluto valore internazionale per la ricerca /sviluppo e certificazione di sicurezza di questa filiera di reattori. Il Progetto SPES-3 ha oggi raggiunto un grado di avanzamento molto importante essendo state completate le seguenti principali attività: progettazione di tutti i sistemi della facility, opere di predisposizione del sito, realizzazione della struttura portante, costruzione ed installazione di tutti i componenti del sistema “contenimento”, costruzione ed installazione dei sistemi di emergenza, approvvigionamento ed installazione di componenti del sistema di alimentazione elettrica di potenza e del sistema di controllo, prove di qualificazione di prototipi di barre riscaldanti impiegate per la simulazione degli elementi di combustibile e prove di sviluppo di strumentazione speciale per la misura di parametri dei fluidi bi-fase. Per il completamento della facility devono essere effettuate le seguenti principali attività: approvvigionamento del fascio di barre riscaldanti per la simulazione del nocciolo del reattore, realizzazione ed installazione del Canale Centrale inclusi i relativi internals, approvvigionamento e montaggio delle pompe del circuito primario, approvvigionamento e montaggio di valvole e piping, approvvigionamento ed installazione della strumentazione e del sistema di acquisizione dati. Dalla valutazione economica effettuata risulta che, per il completamento della facility SPES-3 presso la SIET SpA di Piacenza, sono necessari fondi pari a circa 8,5 M€, IVA esclusa, ed un tempo complessivo di 2,5 anni. Da una prima analisi dei possibili risparmi legati soprattutto al co-finanziamento delle imprese industriali coinvolte nel Progetto, è stato stimato un possibile risparmio di circa 2,65 M€ che ridurrebbe il costo totale a circa 5,9 M€, IVA esclusa.
Rapporto tecnico;Reattori e sistemi innovativi;Sicurezza nucleare
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RdS-2013-070.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 3.33 MB
Formato Adobe PDF
3.33 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/7572
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact