Nell’ambito dei sopralluoghi post sisma condotti nei mesi di giugno e luglio 2012, con riferimento ai beni culturali, sono stati rilevati ingeniti danni ai beni ecclesiastici. Per alcuni di essi alcuni membri dell’unità sismica dell’Enea hanno eseguito stufi di fattibilità sia messa in sicurezza temporanea che per la ristrutturazione. Tra essi, l’Oratorio della Confraternita del Santissimo Sacramento del complesso chiesastico di San Pietro Capofiume, situato nel comune di Molinella (BO), è stato oggetto di una consulenza progettuale da parte dell’Unità Sismica dell’Enea, richiesta dal parroco di San Pietro Capofiume. Detto Oratorio fino al 20 maggio 2012 ospitava tutte le attività pertinenti alla Parrocchia di S. Pietro, situata sul lato opposto della strada. In seguito agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 ha subito danni che hanno reso i locali inagibili. Il progetto di messa in sicurezza proposto per l’Oratorio ha lo scopo di eliminare le cause di inagibilità della struttura, con interventi che rispettino la concezione strutturale originarie e che non alterino in alcun modo la configurazione e le caratteristiche materiche del bene storico in oggetto. Inoltre tale intervento sarebbe definitivo e con un limitato impegno economico permette di recuperare la completa funzionalità della struttura.

Progetto di messa in sicurezza sismica dell’oratorio di San Pietro Capofiume in Molinella (BO)

2015

Abstract

Nell’ambito dei sopralluoghi post sisma condotti nei mesi di giugno e luglio 2012, con riferimento ai beni culturali, sono stati rilevati ingeniti danni ai beni ecclesiastici. Per alcuni di essi alcuni membri dell’unità sismica dell’Enea hanno eseguito stufi di fattibilità sia messa in sicurezza temporanea che per la ristrutturazione. Tra essi, l’Oratorio della Confraternita del Santissimo Sacramento del complesso chiesastico di San Pietro Capofiume, situato nel comune di Molinella (BO), è stato oggetto di una consulenza progettuale da parte dell’Unità Sismica dell’Enea, richiesta dal parroco di San Pietro Capofiume. Detto Oratorio fino al 20 maggio 2012 ospitava tutte le attività pertinenti alla Parrocchia di S. Pietro, situata sul lato opposto della strada. In seguito agli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012 ha subito danni che hanno reso i locali inagibili. Il progetto di messa in sicurezza proposto per l’Oratorio ha lo scopo di eliminare le cause di inagibilità della struttura, con interventi che rispettino la concezione strutturale originarie e che non alterino in alcun modo la configurazione e le caratteristiche materiche del bene storico in oggetto. Inoltre tale intervento sarebbe definitivo e con un limitato impegno economico permette di recuperare la completa funzionalità della struttura.
Progettazione in zona sismica;Rapporto tecnico
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/7871
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact