Nel presente lavoro si è valutato il rischio di esposizione connesso all'utilizzo dell'acetato di uranile diidrato come colorante di campioni sottoposti ad analisi mediante microscopi a elettronica.I risultati della valutazione delle dosi impegnate mostrano un rischio individuale trascurabile -dose efficace annua pari a circa 600 microSv/anno -nelle condizioni più cautelative-, purché siano adottate le misure di tutela previste per l'uso di agenti chimici tossici e materiali radioattivi in forma non sigillata: dispositivi di protezione individuale, cappa e adeguata formazione degli operatori.

Uso di uranio depleto in microscopia elettronica: valutazione del rischio di esposizione

Luciani, A.;
2003

Abstract

Nel presente lavoro si è valutato il rischio di esposizione connesso all'utilizzo dell'acetato di uranile diidrato come colorante di campioni sottoposti ad analisi mediante microscopi a elettronica.I risultati della valutazione delle dosi impegnate mostrano un rischio individuale trascurabile -dose efficace annua pari a circa 600 microSv/anno -nelle condizioni più cautelative-, purché siano adottate le misure di tutela previste per l'uso di agenti chimici tossici e materiali radioattivi in forma non sigillata: dispositivi di protezione individuale, cappa e adeguata formazione degli operatori.
Protezione dalle radiazioni ionizzanti
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/1172
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact