Il Rapporto annuale sull’efficienza energetica si propone come un riferimento periodico di monitoraggio, analisi e valutazione a supporto delle politiche adottate in questo settore. Dal Rapporto emerge come il nostro Paese sia fra i leader in Europa in questo campo con un livello d’intensità energetica di quasi il 17% inferiore della media UE, dato particolarmente positivo perché tanto più basso è il valore dell’intensità energetica tanto più è alta l’efficienza energetica del Paese. Il Rapporto evidenzia che l’Italia ha rispettato l’obiettivo definito per il 2016 dal Piano Nazionale di Efficienza Energetica 2011 e ha raggiunto il 41% dell’obiettivo di risparmio al 2020 fissato dal Piano Nazionale di Efficienza Energetica 2014: tra gli strumenti per promuovere l’efficienza si sono rivelati particolarmente efficaci i certificati bianchi e le detrazioni fiscali per le riqualificazioni energetiche, i cosiddetti ecobonus, utilizzati soprattutto per interventi di isolamento termico degli edifici, la sostituzione di serramenti e l’installazione di impianti di riscaldamento più efficienti. Il Rapporto è articolato nei seguenti capitoli: Il contesto normativo; Domanda, impieghi finali di energia e intensità di energia; Analisi del raggiungimento degli obiettivi nazionali; Il potenziale di risparmio nel settore edifici; Informazione e formazione e Gli strumenti finanziari per l’efficienza energetica. Completano il Rapporto le schede regionali, con le relative infografiche e un Executive Summary che sintetizza la grande mole di dati forniti nel Rapporto.

Rapporto annuale efficienza energetica 2017

Bertini, Ilaria;Moneta, Roberto
2017-07

Abstract

Il Rapporto annuale sull’efficienza energetica si propone come un riferimento periodico di monitoraggio, analisi e valutazione a supporto delle politiche adottate in questo settore. Dal Rapporto emerge come il nostro Paese sia fra i leader in Europa in questo campo con un livello d’intensità energetica di quasi il 17% inferiore della media UE, dato particolarmente positivo perché tanto più basso è il valore dell’intensità energetica tanto più è alta l’efficienza energetica del Paese. Il Rapporto evidenzia che l’Italia ha rispettato l’obiettivo definito per il 2016 dal Piano Nazionale di Efficienza Energetica 2011 e ha raggiunto il 41% dell’obiettivo di risparmio al 2020 fissato dal Piano Nazionale di Efficienza Energetica 2014: tra gli strumenti per promuovere l’efficienza si sono rivelati particolarmente efficaci i certificati bianchi e le detrazioni fiscali per le riqualificazioni energetiche, i cosiddetti ecobonus, utilizzati soprattutto per interventi di isolamento termico degli edifici, la sostituzione di serramenti e l’installazione di impianti di riscaldamento più efficienti. Il Rapporto è articolato nei seguenti capitoli: Il contesto normativo; Domanda, impieghi finali di energia e intensità di energia; Analisi del raggiungimento degli obiettivi nazionali; Il potenziale di risparmio nel settore edifici; Informazione e formazione e Gli strumenti finanziari per l’efficienza energetica. Completano il Rapporto le schede regionali, con le relative infografiche e un Executive Summary che sintetizza la grande mole di dati forniti nel Rapporto.
978-88-8286-354-8
Informazione e formazione;Efficienza energetica negli edifici pubblici;Strumenti finali a disposizione della PA;Analisi del raggiungimento degli obiettivi nazionali;Domanda ed impieghi finali di energia e intensità dell'energia
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RAEE-2017.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 12.87 MB
Formato Adobe PDF
12.87 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12079/5110
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact