Per arrivare al riciclo dei materiali, è necessario raccogliere le batterie e separarle tenuto conto della diversa composizione chimica. A quel punto sarà necessario indirizzarle a processi chimici di recupero dei materiali. Quanto rimane da tali processi dovrà essere smaltito. Le fasi di raccolta, stoccaggio e recupero di materiali di interesse commerciale includono la separazione delle celle dalle batterie ovvero la rimozione da telefonini, computer o altri dispositivi e il selezionamento in base alle caratteristiche costruttive (design) e alla chimica. Le tecnologie di recupero possono includere anche una fase di apertura delle celle: questa operazione risulta essere fondamentale nelle attività di ricerca e sviluppo di processi di recupero, sia su scala di laboratorio che semi-pilota, ma potrebbe esistere anche su scala industriale. In questo rapporto si presenta il lavoro effettuato sull’identificazione dei pericoli correlati all’apertura di celle litio-ione e si propone una procedura di apertura in sicurezza delle, nel rispetto della gestione dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori e dell’ambiente. Si propone inoltre l’utilizzo di sistemi EDX per l’individuazione della composizione chimica delle celle chiuse.

L’apertura delle celle Litio-ione comporta dei pericoli che possono essere affrontati operando con personale esperto munito degli adeguati dispositivi di protezione individuale e in presenza di una vasca di raffreddamento ad acqua corrente. E’ consigliabile operare in presenza di un estintore a CO2 con personale adeguatamente addestrato al suo utilizzo specifico. Il recupero dei materiali dalle celle Litio-ione può essere facilitato da numerose strategie, attualmente allo studio del gruppo di lavoro del SAE1, come: lo sviluppo di una configurazione standard che consente l’utilizzo, a livello industriale, di processi meccanizzati; La standardizzazione della composizione chimica e l’etichettatura delle celle/batterie che semplificano, riducono i tempi di selezionamento, migliorando l’efficienza del riciclo; una progettazione dei pacchi batteria e dei sistemi d’accumulo finalizzata al loro smontaggio facilita la separazione dei materiali. In particolare, si ritiene di raccomandare l’obbligatorietà della stampigliatura di un codice alfanumerico e di un codice a barre su celle e batterie Litio-ione in quanto trattasi di operazione a basso impatto economico con importanti ricadute su tutto il ciclo di vita di queste tecnologie. I risultati ottenuti all’EDX rendono opportuno impostare una campagna di monitoraggio di celle Litio-ione di diversa chimica e diversa geometria, al fine di verificare la possibilità di utilizzare questa tecnica su linee industriali di selezionamento.

Procedura in sicurezza dell’apertura di celle al litio

Massimo, De Francesco;Di Bari, Cinzia
2014-09-30

Abstract

L’apertura delle celle Litio-ione comporta dei pericoli che possono essere affrontati operando con personale esperto munito degli adeguati dispositivi di protezione individuale e in presenza di una vasca di raffreddamento ad acqua corrente. E’ consigliabile operare in presenza di un estintore a CO2 con personale adeguatamente addestrato al suo utilizzo specifico. Il recupero dei materiali dalle celle Litio-ione può essere facilitato da numerose strategie, attualmente allo studio del gruppo di lavoro del SAE1, come: lo sviluppo di una configurazione standard che consente l’utilizzo, a livello industriale, di processi meccanizzati; La standardizzazione della composizione chimica e l’etichettatura delle celle/batterie che semplificano, riducono i tempi di selezionamento, migliorando l’efficienza del riciclo; una progettazione dei pacchi batteria e dei sistemi d’accumulo finalizzata al loro smontaggio facilita la separazione dei materiali. In particolare, si ritiene di raccomandare l’obbligatorietà della stampigliatura di un codice alfanumerico e di un codice a barre su celle e batterie Litio-ione in quanto trattasi di operazione a basso impatto economico con importanti ricadute su tutto il ciclo di vita di queste tecnologie. I risultati ottenuti all’EDX rendono opportuno impostare una campagna di monitoraggio di celle Litio-ione di diversa chimica e diversa geometria, al fine di verificare la possibilità di utilizzare questa tecnica su linee industriali di selezionamento.
Per arrivare al riciclo dei materiali, è necessario raccogliere le batterie e separarle tenuto conto della diversa composizione chimica. A quel punto sarà necessario indirizzarle a processi chimici di recupero dei materiali. Quanto rimane da tali processi dovrà essere smaltito. Le fasi di raccolta, stoccaggio e recupero di materiali di interesse commerciale includono la separazione delle celle dalle batterie ovvero la rimozione da telefonini, computer o altri dispositivi e il selezionamento in base alle caratteristiche costruttive (design) e alla chimica. Le tecnologie di recupero possono includere anche una fase di apertura delle celle: questa operazione risulta essere fondamentale nelle attività di ricerca e sviluppo di processi di recupero, sia su scala di laboratorio che semi-pilota, ma potrebbe esistere anche su scala industriale. In questo rapporto si presenta il lavoro effettuato sull’identificazione dei pericoli correlati all’apertura di celle litio-ione e si propone una procedura di apertura in sicurezza delle, nel rispetto della gestione dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori e dell’ambiente. Si propone inoltre l’utilizzo di sistemi EDX per l’individuazione della composizione chimica delle celle chiuse.
Sistemi di accumulo Litio-ione;Incidenti;Riciclo e recupero dei materiali;Apertura in sicurezza
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RdS_PAR2013_193_Procedura in sicurezza apertura celle al litio .pdf

accesso aperto

Licenza: Dominio pubblico
Dimensione 2.72 MB
Formato Adobe PDF
2.72 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.12079/6341
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact