Uno dei contributi di ENEA al progetto IFMIF è la fornitura di un sistema di rilevazione e misura in linea delle impurità del litio e di eventuali fenomeni di cavitazione presenti nell’impianto di prova ELTL (EVEDA Lithium Test Loop; EVEDA: Engineering validation and Engineering Design Activities) costruito nel centro di ricerca JAEA (Japan Atomic Energy Agency) di Oarai. A causa del terremoto del Marzo 2011, l’installazione è stata rimandata alla fine 2012 / inizio 2013. Questo ritardo nella spedizione è stato utilizzato per apportare alcune modifiche sia all’hardware che al software del sistema al fine di migliorarne la sua precisione ed affidabilità. Sono stati introdotti numerosi miglioramenti sia nell’hardware che nel software sia del sistema di analisi dell’impurità del litio (necessario per tenere sotto controllo la presenza di composti azoto-litio molto corrosivi per le strutture in acciaio dell’impianto) che nel sistema di rilevazione dei fenomeni di cavitazione (pericolosi per l’integrità strutturale di alcune componenti particolarmente sollecitate dal punto vista idrodinamico). Nella prospettiva di futuri upgrade, si è inoltre intrapresa un’opera di rinnovamento dei sistemi elettronici impiegati nel sistema di monitoraggio: - è in corso di deposito un nuovo brevetto CASBA 2012 e si è già iniziata la progettazione di dettaglio di un prototipo di analizzatore di fenomeni di cavitazione completamente digitale che prenderà il posto del CASBA 2000; - si sono studiati metodi per il miglioramento della precisione del sistema di misura delle impurità presenti nel litio attraverso l’utilizzo di sistemi più accurati per la misura della resistenza e della temperatura della cella di misura.

Aggiornamento dei sistemi di monitoraggio delle impurità del litio e del sistema di rilevazione e misura della cavitazione

Mannori, Simone
2012

Abstract

Uno dei contributi di ENEA al progetto IFMIF è la fornitura di un sistema di rilevazione e misura in linea delle impurità del litio e di eventuali fenomeni di cavitazione presenti nell’impianto di prova ELTL (EVEDA Lithium Test Loop; EVEDA: Engineering validation and Engineering Design Activities) costruito nel centro di ricerca JAEA (Japan Atomic Energy Agency) di Oarai. A causa del terremoto del Marzo 2011, l’installazione è stata rimandata alla fine 2012 / inizio 2013. Questo ritardo nella spedizione è stato utilizzato per apportare alcune modifiche sia all’hardware che al software del sistema al fine di migliorarne la sua precisione ed affidabilità. Sono stati introdotti numerosi miglioramenti sia nell’hardware che nel software sia del sistema di analisi dell’impurità del litio (necessario per tenere sotto controllo la presenza di composti azoto-litio molto corrosivi per le strutture in acciaio dell’impianto) che nel sistema di rilevazione dei fenomeni di cavitazione (pericolosi per l’integrità strutturale di alcune componenti particolarmente sollecitate dal punto vista idrodinamico). Nella prospettiva di futuri upgrade, si è inoltre intrapresa un’opera di rinnovamento dei sistemi elettronici impiegati nel sistema di monitoraggio: - è in corso di deposito un nuovo brevetto CASBA 2012 e si è già iniziata la progettazione di dettaglio di un prototipo di analizzatore di fenomeni di cavitazione completamente digitale che prenderà il posto del CASBA 2000; - si sono studiati metodi per il miglioramento della precisione del sistema di misura delle impurità presenti nel litio attraverso l’utilizzo di sistemi più accurati per la misura della resistenza e della temperatura della cella di misura.
Fusione nucleare;Progetto ITER
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Report Rds 2012-259.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 699.95 kB
Formato Adobe PDF
699.95 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/6585
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact