This technical report describes preliminary results of the PAMELA (Photosynthetic Actinic radiation Modulation Experiment at Lampedusa) measurement campaign, organized by the Laboratory for Observations and Analyses of the Earth and Climate (ENEA) at Lampedusa. The campaign took place from 22 May to 10 June, 2017, at the ENEA Station for Climate Observation (http://www.lampedusa.enea.it) at Lampedusa, in collaboration with the Marine Protected Area of Pelagie islands and of the Chemistry and Biology Departments of the University of Florence. Many physical, chemical, and biological measurements have been carried out in the atmosphere and in seawater. Preliminary results allow to characterize the physical, chemical, and biological conditions of the central Mediterranean during the spring-summer transition, in a period characterized by alimited atmospheric contribution of nutrients to seawater. Interesting results are related with determinations of PAR scalar irradiance profiles in the water column, and its vertical attenuation coefficients, k0; determinations of phytoplanktonic biomass, chlorophyll a concentration, phytoplankton absorption coefficients, dissolved organic matter and non-algal particles; available nutrient concentrations were determinated, together with the pigment composition of phytoplanktonic population, and metals present in the surface waters, and in particular Fe, considered one of the limiting factor in photosynthetic process and contained in desert aerosols. Estimates of specific production rate normalized to chlorophyll a were also obtained during the campaign.

In questo rapporto tecnico si riportano alcuni risultati preliminari della campagna di misure PAMELA (Photosynthetic Actinic radiation Modulation Experiment at Lampedusa) organizzata dal Laboratorio per le Osservazioni ed Analisi della Terra e del Clima (ENEA) a Lampedusa. La campagna ha avuto luogo dal 22 maggio al 10 giugno 2017 presso la Stazione di Osservazioni Climatiche (http://www.lampedusa.enea.it) di Lampedusa in collaborazione con l’Area Marina Protetta delle Isole Pelagie ed i Dipartimenti di Chimica e Biologia dell’Università di Firenze. La campagna ha portato all’acquisizione di numerosi campioni e misure chimico-fisiche e biologiche sia in atmosfera che in mare. I risultati preliminari delle misure effettuate hanno permesso di caratterizzare le proprietà chimiche, fisiche e biologiche del Mediterraneo centrale nella transizione tra primavera ed estate in un periodo con basso apporto di nutrienti dall’atmosfera. Contributi interessanti riguardano il profilo dell’irradianza scalare PAR nella colonna d’acqua, con la determinazione dei coefficienti di attenuazione verticale k0 e della profondità della zona eufotica; la determinazione della biomassa fitoplanctonica, dei coefficienti di assorbimento da parte del fitoplancton, della sostanza organica disciolta e delle particelle non algali; la misura della concentrazione dei nutrienti disponibili, della composizione pigmentaria del popolamento fitoplanctonico e dei metalli presenti nelle acque superficiali, con particolare attenzione per il Fe, ritenuto uno dei fattori limitanti nel processo fotosintetico e contenuto negli aerosol desertici. Durante la campagna è stata ottenuta una prima stima del tasso di produzione specifica normalizzata rispetto alla clorofilla a.

La campagna di misure PAMELA 2017 nel Mediterraneo centrale

Piacentino, S.;Monteleone, F.;Bommarito, C.;Anello, F.;Sferlazzo, D.;Pace, G.;Meloni, D.;Di Sarra, A.;
2018

Abstract

In questo rapporto tecnico si riportano alcuni risultati preliminari della campagna di misure PAMELA (Photosynthetic Actinic radiation Modulation Experiment at Lampedusa) organizzata dal Laboratorio per le Osservazioni ed Analisi della Terra e del Clima (ENEA) a Lampedusa. La campagna ha avuto luogo dal 22 maggio al 10 giugno 2017 presso la Stazione di Osservazioni Climatiche (http://www.lampedusa.enea.it) di Lampedusa in collaborazione con l’Area Marina Protetta delle Isole Pelagie ed i Dipartimenti di Chimica e Biologia dell’Università di Firenze. La campagna ha portato all’acquisizione di numerosi campioni e misure chimico-fisiche e biologiche sia in atmosfera che in mare. I risultati preliminari delle misure effettuate hanno permesso di caratterizzare le proprietà chimiche, fisiche e biologiche del Mediterraneo centrale nella transizione tra primavera ed estate in un periodo con basso apporto di nutrienti dall’atmosfera. Contributi interessanti riguardano il profilo dell’irradianza scalare PAR nella colonna d’acqua, con la determinazione dei coefficienti di attenuazione verticale k0 e della profondità della zona eufotica; la determinazione della biomassa fitoplanctonica, dei coefficienti di assorbimento da parte del fitoplancton, della sostanza organica disciolta e delle particelle non algali; la misura della concentrazione dei nutrienti disponibili, della composizione pigmentaria del popolamento fitoplanctonico e dei metalli presenti nelle acque superficiali, con particolare attenzione per il Fe, ritenuto uno dei fattori limitanti nel processo fotosintetico e contenuto negli aerosol desertici. Durante la campagna è stata ottenuta una prima stima del tasso di produzione specifica normalizzata rispetto alla clorofilla a.
This technical report describes preliminary results of the PAMELA (Photosynthetic Actinic radiation Modulation Experiment at Lampedusa) measurement campaign, organized by the Laboratory for Observations and Analyses of the Earth and Climate (ENEA) at Lampedusa. The campaign took place from 22 May to 10 June, 2017, at the ENEA Station for Climate Observation (http://www.lampedusa.enea.it) at Lampedusa, in collaboration with the Marine Protected Area of Pelagie islands and of the Chemistry and Biology Departments of the University of Florence. Many physical, chemical, and biological measurements have been carried out in the atmosphere and in seawater. Preliminary results allow to characterize the physical, chemical, and biological conditions of the central Mediterranean during the spring-summer transition, in a period characterized by alimited atmospheric contribution of nutrients to seawater. Interesting results are related with determinations of PAR scalar irradiance profiles in the water column, and its vertical attenuation coefficients, k0; determinations of phytoplanktonic biomass, chlorophyll a concentration, phytoplankton absorption coefficients, dissolved organic matter and non-algal particles; available nutrient concentrations were determinated, together with the pigment composition of phytoplanktonic population, and metals present in the surface waters, and in particular Fe, considered one of the limiting factor in photosynthetic process and contained in desert aerosols. Estimates of specific production rate normalized to chlorophyll a were also obtained during the campaign.
Produzione primaria;Mediterraneo centrale;Fitoplancton;Radiazione fotosintetica
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
RT-2018-15-ENEA.pdf

accesso aperto

Licenza: Creative commons
Dimensione 5.02 MB
Formato Adobe PDF
5.02 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.12079/6828
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
social impact